COME PIETRE NELL’ACQUA

percorsi di sviluppo di competenze e relazioni capaci di “far affiorare le pietre nell’acqua, per consentire a ciascuno di passare da una sponda all’altra” (A. Canevaro).

Progetto presentato a valere sul ‘Fondo per il Contrasto della Povertà Educativa Minorile’ – Bando Adolescenza – Impresa Sociale CON I BAMBINI

“Come pietre nell’acqua” è una metafora utile per rappresentare l’obiettivo del progetto: far affiorare pietre nell’acqua significa permettere a ciascuno di passare da una sponda all’altra. Il progetto, infatti, intende sviluppare competenze di vita e di cittadinanza ed offrire agli adolescenti dei tre comuni partner, Cologno Monzese, Pioltello e Segrate, opportunità di attraversare esperienze e ruoli “straordinari” al fine di ridurre le diseguaglianze determinate da situazioni di povertà educativa e di permettere ad ognuno di far emergere desideri, vocazioni e talenti.

Pietre nell’acqua sono, quindi, le competenze necessarie per attraversare le fasi di passaggio all’interno del percorso formativo e di vita verso la maturità fisica e sociale, la differenziazione dall’ambiente familiare, l’acquisizione di autonomia, la costruzione di un nuovo ruolo e rinnovate pratiche relazionali.

Pietre nell’acqua sono anche i “testimoni” peculiarità di molte azioni progettuali e lo sviluppo di comunità educanti, capacitanti e competenti.

Le azioni previste sono

  • Botteghe esperienziali: laboratori creativi e manuali finalizzati ad allargare gli orizzonti esperienziali degli adolescenti e a sviluppare competenze di vita e di cittadinanza.
  • Comunità educanti: coinvolgimento e formazione per genitori, insegnanti, educatori formali e informali; incontri tematici territoriali; costituzione e avvio dell’Osservatorio Giovani.
  • Luoghi della Memoria: percorsi di educazione alla Memoria introdotti nelle scuole secondarie di I grado. Verranno, in primo luogo, strutturati laboratori con i gruppi classe e, in seguito, organizzati viaggi di conoscenza dei luoghi e delle storie della memoria.
  • Scuola accogliente: aumentare il livello di inclusività delle scuole partner intervenendo sul passaggio dalla scuola secondaria di I grado a quella di II grado attraverso azioni di peer education e tutoring.
  • Web Radio: strumento per ampliare le competenze informatiche, cognitive, relazionali e comunicative degli adolescenti e che funga da strumento di diffusione della “voce dei giovani”.
  • Certificazione delle esperienze: strumento progettato da Città Metropolitana di Milano per favorire la valorizzazione delle esperienze informali svolte dai giovani.
  • Social Day, “Una mano tira l’altra”: un percorso di cittadinanza attiva, coordinato e realizzato da giovani che chiamano l’intera comunità ad investire con loro per “cambiare le regole del gioco con la solidarietà”, in cui le giovani generazioni spronano il territorio ad attivarsi in iniziative solidali, attraverso modalità ispirate allo “sporcarsi le mani” ed al fare insieme.

PARTNER

Coordinatrice del  servizio è Paola Tresoldi – email paola.tresoldi@artiemestierisociali.org.